T-Group Lewiniano

luglio 19, 2018 in Attività, Corsi attivi

Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

14-15-16 settembre 2018

Brocure_T_Group_Settembre_18

Ancora T-Group. Perché?
La situazione attuale, infatti, è caratterizzata dalla desertificazione del lavoro di gruppo, con una forte pressione verso atteggiamenti improntati alla cultura individualistica. Il t-group viene riproposto come occasione formativa essenziale per le professioni  che operano nel campo relazionale ( operatori socioculturali, educatori, psicologi, ecc). Una opportunità , quindi, per scoprire:
– come gli atteggiamenti personali siano relazionati alla cultura dominante del gruppo,
– come si formano e agiscono le norme del gruppo…
e per sperimentare la connessione emotiva , le strategie di cambiamento…

Destinatari

Operatori sociali, educativi, culturali, e sanitari.
Volontari e professionisti interessati a accrescere le competenze relazionali ed operative connesse al gruppo come soggetto di cambiamento.

Sede
Via del Tonale e della Mendola,17-24060 Endine Gaiano BG

Costi
Il seminario è rivolto ai soci dell’associazione Interazioni.
Tessera associativa annuale: 5 €
Il costo per il seminario è di 75 €
La residenzialità verrà realizzata attraverso l’autogestione dei partecipanti.

Iscrizioni
Per iscrizioni e/o informazioni, scrivere a:
interazioni.aps@gmail.com
Tel. 3383773827
Le iscrizioni si chiudono il 07-settembre-2018

Il seminario verrà realizzato con un
numero minimo di 10 partecipanti

T-group
Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

Nel vivere quotidiano il gruppo viene ricercato e al tempo stesso temuto. Si sente il bisogno del gruppo per essere riconosciuti, accettati, per sviluppare le proprie potenzialità, per realizzare le proprie aspirazioni, per incidere, trasformare e cambiare la realtà di vita e di lavoro.
Nel gruppo si discute, ci si confronta, si affrontano i problemi e si cercano soluzioni. In ogni caso per qualsiasi attività che si realizza, dal divertirsi allo studiare/lavorare, nel gruppo si entra in rapporto con e fra le persone. Però la dimensione gruppo è anche fonte di stress, di paura e di noia. A volte si ha la sensazione di essere in un vicolo cieco, in balia degli eventi o in una spirale dove ogni mossa si trasforma in ostacolo.
D’altra parte il gruppo può rappresentare quella dimensione plurale che può permettere l’integrazione dialettica fra le parti, intese come persone, bisogni, sentimenti, competenze.. e dare vita ad una nuova soggettività collettiva.
La pluralità del gruppo richiede la consapevolezza dei processi e delledinamiche che consentano al gruppo stesso di assumere la duplice valenza di strumento e di soggetto dell’apprendimento, dello sviluppo o del cambiamento.
Il t-group è un’esperienza formativa che permette di vivere un percorso di apprendimento mirato alla consapevolezza di sé , del propriomodo di porsi nella situazione-dimensione gruppo.

I fondamenti teorici ed esperienziali del t-group hanno come riferimento generativo il lavoro di Kurt Lewin (1946) sullo sviluppo dei processi di apprendimento/ cambiamento attraverso l’interazione fra i soggetti ed il contesto gruppo.

Obiettivi

Il seminario, finalizzato allo sviluppo delle competenze relazionali necessarie a “stare in gruppo”, ha per obiettivi specifici la presa di coscienza:

  • Degli atteggiamenti personali messi in atto nelle relazioni interpersonali e di gruppo.
  • Dei processi e delle dinamiche di gruppo.

Metodologia
Il seminario si sviluppa in tre giornate di lavoro residenziali.
Nell’esperienza è utilizzata una metodologia “autocentrata”, che prevede l’analisi in situazione dei processi e delle dinamiche messe in atto dal gruppo.
In questo lavoro il gruppo è, allo stesso tempo, soggetto e oggetto dell’esperienza.
I partecipanti sono immersi in un “campo formativo” che permette loro di connettere l’azione e la riflessione, sia sul piano personale che di gruppo.

Tempi
Tre giornate di lavoro consecutive.

DaVenerdì 29 – Giugno – 2018 ore 11 (sono previste unità serali di lavoro ) a domenica 01-Luglio – ore 16 –

Staff Formativo
L’esperienza sarà condotta da Piergiulio Branca, psicologo di comunità,
esperto in sistemi formativi e processi di cambiamento partecipato
nelle organizzazioni no-profit e nel territorio, già docente di metodologie e tecniche del lavoro di gruppo presso l’Università di Padova.

Con un osservatore-formatore della Associazione Interazioni.

Estrella del Poder

maggio 21, 2018 in Attività, Corsi attivabili

Il POTERE…

Parola magica che crea invidia, controllo, desiderio;

Chi lo ha? Fa bene? Fa male? Meglio non averlo, non desiderarlo oppure logora chi non ce l’ha?
può essere una “STELLA” per sviluppo della comunità?
Di fatto, ogni giorno, ci troviamo a fare i conti in situazioni in cui abbamo piò o meno potere nella relazione fra soggetti appartenenti ad un contesto comune quale può essere la famiglia, il quartiere, la città… in una dimensione sociale che si estende dal micro al macro.

L’esperienza a carattere sensibilizzativo, si propone di esplorare e facilitare la presa di coscienza dei processi di infleunzamento delle interazioni che interessano gli scambi e gli sviluppi all’interno di un sistema di comunità e, in particolare, la relazione fra soggetti sociali – soggetti economici e politici.

Attraverso divese fasi (gruppo – intergruppo – assemblea – comitato) sarà possibile esplorare:
– Il passaggio da gruppo a classe sociale
– La relazione fra gruppi (circolazione delle informazioni, processi decisionali, di appartenenza, conflitti…)
– Le differenti fonti del potere
– Le regole collettive implicite ed esplicite
– Il processo di integrazione
– La relazione fra gruppi e comunità
– Le strategie di cambiamento nella comunità
– Le strategie di negoziazione

Destinatari
Persone in ambito sociale (educatori, assistenti sociali, insegnanti, volontari, animatori, amministratori, ecc.), che si pre-occupano dei processi di costruzione e cambiamento della propria comunità.
Il laboratorio potrà partire con un massimo di 30 partecipanti.

Durata
Dalle 10.00 del 16 al pranzo del 17 giugno 2018 compresa la sessione serale – non residenziale.

Costi
Rimborso spese per l’organizzazione (indicativamente 15€).

Staff
Piergiulio Branca, psicologo di comunità, esperto in processi di cambiamento partecipato nel territorio e nelle organizzazioni no-profit, già docente al corso di laurea in Scienze della Formazione e in Cooperazione allo Sviluppo, Università degli Studi di Padova.
Balzan Alessandro, ingegnere biomedico, educatore teritotrale, formatore nei processi di empowerment di comunità
Nicola Muraro
Pedagogista, formatore senior in politiche familiari, sociali, di comunità e agricoltura sociale

Dove
Luogo: Piazza Napoli (Sacra Famiglia) Padova – da confermare.
Per tenere i costi bassi è previsto per il pranzo e la cena del 16 e per il pranzo del 17 una modalità “porta e condividi”

Info e Prenotazioni: balzan.ale[at]gmail.com

T-group

maggio 21, 2018 in Attività, Corsi attivi

Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

29-30-Giugno- 1 Luglio 2018

T_Group.pdf

Destinatari

Operatori sociali, educativi, culturali, e sanitari.
Volontari e professionisti interessati a accrescere le competenze relazionali ed operative connesse al gruppo come soggetto di cambiamento.

Sede
Via del Tonale e della Mendola,17-24060 Endine Gaiano BG

Costi
Il seminario è rivolto ai soci dell’associazione Interazioni.
Tessera associativa annuale: 5 €
Il costo per il seminario è di 75 €
La residenzialità verrà realizzata attraverso l’autogestione dei partecipanti.

Iscrizioni
Per iscrizioni e/o informazioni, scrivere a:
interazioni.aps@gmail.com
Tel. 3383773827
Le iscrizioni si chiudono il 20-Giugno-18

Il seminario verrà realizzato con un
numero minimo di 10 partecipanti

T-group
Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo Nel vivere quotidiano il gruppo viene ricercato e al tempo stesso temuto. Si sente il bisogno del gruppo per essere riconosciuti, accettati, per sviluppare le proprie potenzialità, per realizzare le proprie aspirazioni, per incidere, trasformare e cambiare la realtà di vita e di lavoro.
Nel gruppo si discute, ci si confronta, si affrontano i problemi e si cercano soluzioni. In ogni caso per qualsiasi attività che si realizza, dal divertirsi allo studiare/lavorare, nel gruppo si entra in rapporto con e fra le persone. Però la dimensione gruppo è anche fonte di stress, di paura e di noia. A volte si ha la sensazione di essere in un vicolo cieco, in balia degli eventi o in una spirale dove ogni mossa si trasforma in ostacolo.
D’altra parte il gruppo può rappresentare quella dimensione plurale che può permettere l’integrazione dialettica fra le parti, intese come persone, bisogni, sentimenti, competenze.. e dare vita ad una nuova soggettività collettiva.
La pluralità del gruppo richiede la consapevolezza dei processi e delledinamiche che consentano al gruppo stesso di assumere la duplice valenza di strumento e di soggetto dell’apprendimento, dello sviluppo o del cambiamento.
Il t-group è un’esperienza formativa che permette di vivere un percorso di apprendimento mirato alla consapevolezza di sé , del propriomodo di porsi nella situazione-dimensione gruppo.

I fondamenti teorici ed esperienziali del t-group hanno come riferimento generativo il lavoro di Kurt Lewin (1946) sullo sviluppo dei processi di apprendimento/ cambiamento attraverso l’interazione fra i soggetti ed il contesto gruppo.

Obiettivi

Il seminario, finalizzato allo sviluppo delle competenze relazionali necessarie a “stare in gruppo”, ha per obiettivi specifici la presa di coscienza:

  • Degli atteggiamenti personali messi in atto nelle relazioni interpersonali e di gruppo.
  • Dei processi e delle dinamiche di gruppo.

Metodologia
Il seminario si sviluppa in tre giornate di lavoro residenziali.
Nell’esperienza è utilizzata una metodologia “autocentrata”, che prevede l’analisi in situazione dei processi e delle dinamiche messe in atto dal gruppo.
In questo lavoro il gruppo è, allo stesso tempo, soggetto e oggetto dell’esperienza.
I partecipanti sono immersi in un “campo formativo” che permette loro di connettere l’azione e la riflessione, sia sul piano personale che di gruppo.

Tempi
Tre giornate di lavoro consecutive.

DaVenerdì 29 – Giugno – 2018 ore 11 (sono previste unità serali di lavoro ) a domenica 01-Luglio – ore 16 –

Staff Formativo
L’esperienza sarà condotta da Piergiulio Branca, psicologo di comunità,
esperto in sistemi formativi e processi di cambiamento partecipato
nelle organizzazioni no-profit e nel territorio, già docente di metodologie e tecniche del lavoro di gruppo presso l’Università di Padova.

Con un osservatore-formatore della Associazione Interazioni.

Coordinatori nei sistemi non profit

maggio 21, 2018 in Attività, Corsi attivi

Corso di formazione

quattro seminari in dieci giornate formative

30 maggio – novembre 2018, Preganziol (Treviso)

Brochure.pdf

La cooperativa La Esse in partenership con l’Associazione Interazioni propone un corso di formazione per promuovere il ruolo e lo sviluppo delle competenze del coordinatore nei sistemi non profit. Attivatore dei processi di empowerment, con particolare riferimento al lavoro di gruppo e di equipe, quello del coordinatore è un compito complesso. Testimone dei valori dell’organizzazione stessa, è un formatore sul campo delle persone e della propria equipe, ma riveste anche un ruolo di collegamento diretto fra equipe e sistema, per fare sintesi fra le diverse prospettive di sviluppo fra cui: le necessità produttive e le esigenze partecipative; i confini di ruolo e il
proprio stile personale; l’autorità, la responsabilità e il potere.

Destinatari
Come trasformare le tensioni in percorsi di sviluppo? Come trovare la sinergia fra gli obiettivi dell’organizzazione e le istanze dell’equipe? Come promuovere la partecipazione nel lavoro di equipe? Come il sistema di valutazione può promuovere lo sviluppo dei soggetti collettivi? A partire da questi interrogativi, il percorso è dedicato a chi svolge o si prepara a svolgere funzioni di coordinamento nei sistemi non profit, dalle cooperative sociali agli enti locali, dalle associazioni ai consorzi di cooperative alle fondazioni.

Docenti
Piergiulio Branca psicologo di comunità, esperto in processi di cambiamento partecipato nel territorio e nelle organizzazioni non profit, già docente di Metodologia e tecniche del lavoro di gruppo al Corso di Laurea in Cooperazione allo Sviluppo, Università degli Studi di Padova;
Andrea Pozzobon pedagogista, formatore, esperto in processi di cambiamento partecipato nelle organizzazioni e nelle comunità territoriali; responsabile del settore Formazione e Consulenza di La Esse; docente di Pedagogia Sociale e di Comunità, Pedagogia della Famiglia, Laboratorio di Metodologia del Lavoro Sociale, Strumenti per la progettazione sociale presso l’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (Venezia) – IUSVE;
Alberto Baccichetto animatore dello sviluppo di comunità, formatore, esperto in processi di cambiamento partecipato nelle organizzazioni e nelle comunità territoriali per la cooperativa La Esse; docente presso l’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (Venezia) – IUSVE.

Organizzazione e costo
Il percorso è strutturato in 4 seminari per complessive 10 giornate formative (ore 9.00 – 18.00), nella sede del CoworkingTerzo Piano, Centro Marca Banca Via Dante Alighieri 2, Preganziol (Treviso). Si inizia con i primi due giorni di lezione mercoledì 30 e giovedì 31 maggio e si proseguirà in date definite assieme al gruppo di partecipanti con termine entro novembre 2018.
Il costo di iscrizione al laboratorio (per complessive 10 giornate formative) è di 700 euro.
Il laboratorio è realizzato in convenzione con il Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto e a chi ne farà richiesta saranno riconosciuti n. 45 crediti formativi per la Formazione Continua degli Assistenti Sociali.

PROGRAMMA

  • Seminario uno: il ruolo del coordinatore nei sistemi non profit
    Mercoledì 30 e giovedì 31 maggio 2018, ore 09.00 – 18.00

    • Obiettivi:
      • riconoscere i fattori che influenzano il ruolo del coordinatore nei sistemi non profit;
      • identificare gli elementi dell’interazione fra organizzazione e partecipazione nei sistemi non profit;
    • Temi:
      • la relazione fra partecipazione e organizzazione nei sistemi non profit;
      • le funzioni promozionali e direzionali;
      • il sistema motivazionale.Metodologia: ricognizione-sociale (micro ricerca-azione d’aula).
  • Seminario due: Il lavoro di gruppo nelle equipe multi professionali
    Luglio – settembre: tre giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivi:
      • riconoscere gli aspetti che influenzano la qualità delle relazioni nella comunicazione interpersonale;
      • acquisire le capacità necessarie a migliorare il livello di comunicazione, ascolto e feedback nelle relazioni
      personali e di gruppo;
      • la presa di coscienza dei processi connessi al lavoro di gruppo e di equipe;
      • aumentare le capacità di promuovere processi di collaborazione nelle equipe multiprofessionali.
    • Temi:
      • le interazioni e la qualità del processo di comunicazione in gruppo;
      • la leadership situazionale;
      • i processi di collaborazione e la gestione dei conflitti;
      • la negoziazione.Metodologia: animativo-attiva.
  • Seminario tre: l’evaluation come sistema di controllo, supporto e sviluppo
    Settembre-ottobre: tre giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivo: acquisire le capacità necessarie a costruire e meta-progettare strumenti e percorsi di evaluation a sostegno e sviluppo delle equipe e dei gruppi.
    • Tema: la costruzione di sistemi di valutazione per lo sviluppo dei soggetti.
      Metodologia: cooperativo-attiva; cooperativo-delegativa.
  • Seminario quattro: la conduzione delle riunioni
    Novembre: due giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivo: la presa di coscienza dei processi che interagiscono nella relazione conduttore/animatore,
      coordinatore/partecipanti/gruppo/equipe nelle diverse riunioni.
    • Temi:
      • la relazione conduttore/animatore/coordinatore gruppo;
      • il metodo interaction.

Metodologia: cooperativo-delegativa.

Informazioni e iscrizione: Cooperativa La Esse – T 328.9507321 – formazione@laesse.org

L’empowerment della comunità locale

dicembre 17, 2017 in Attività, Corsi attivi

rete

L’ACCRI in partenariato con la Comunità Murialdo, il Centro Astalli e l’APS Interazioni promuove un percorso formativo sull’empowerment di comunità che si terrà a Trento (Sardagna e Villazzano) a gennaio 2018. Il corso è rivolto ad operatori sociali, insegnanti, animatori sociali, cooperatori allo sviluppo, psicologi, mediatori culturali, laureandi in scienze umane e sociali.

Leggi il resto di questa voce →

L’empowerment della comunità locale tra processi di partecipazione e cambiamento

settembre 25, 2017 in Attività

rete

Il percorso che si svolgerà a Sardagna (TN) e Villazzano (TN) è rivolto ad operatori sociali, insegnanti, animatori sociali, cooperatori allo sviluppo, psicologi, mediatori culturali, laureandi in scienze umane e sociali.

Leggi il resto di questa voce →

Formazione Coordinatori nei sistemi no-profit

settembre 13, 2017 in Attività, Corsi attivi

Promossa da  “L’Eco Papa Giovanni XXIII” Coop. Soc in collaborazione con Interazioni

Il corso si rivolge a tutti quelli che svolgono o si preparano a svolgere funzioni di coordinamento nei sistemi no profit

Leggi il resto di questa voce →

Servizio di Consulenza

marzo 12, 2017 in Attività, Corsi attivi

CONSULENZA PER INTERVENTI VOLTI ALLA PROMOZIONE DELLA COMUNITÀ LOCALE COME SOGGETTO COLLETTIVO

consulenza organizzativa operativa

Leggi il resto di questa voce →

Corso Empowerment – Udine

agosto 24, 2015 in Attività

“L’EMPOWERMENT DELLA COMUNITA’ LOCALE
TRA PROCESSI DI PARTECIPAZIONE E CAMBIAMENTO”
Corso per operatori/animatori del territorio
Settembre 2015 – Aprile 2016 — Udine
promosso da ACCRI e Caritas Diocesana Udine

Quando la comunità è oggetto o soggetto di cambiamento?
Come la promozione della partecipazione può connettersi con i bisogni espressi dai cittadini e le logiche istituzionali?
Quali ruoli e quali funzioni dei diversi attori sociali e politici nei processi di comunità?
Quale relazione esiste tra i processi organizzativi e partecipativi nell’empowerment della comunità? Leggi il resto di questa voce →

Estrella del Poder

aprile 6, 2015 in Attività, Corsi attivabili

Luogo e Data da definirsi

GIOCO DI COMUNITA’ PER RIFLETTERE SUL POTERE

E’ possibile definire il potere? Ma, soprattutto, il potere è una risorsa o una minaccia?
Domande solo apparentemente innocue, che per essere affrontate hanno bisogno di una buona base di conoscenze, riflessioni ed esperienze.

Un laboratorio ludico (ma non troppo!) di sensibilizzazione sui processi di scambio e di influenzamento tra i membri di un gruppo e di una comunità, nelle dimensioni sociali, economiche e politiche.

E’ rivolto ad operatori sociali, membri di associazioni di volontariato e animatori di comunità interessati a capire quali valenze prende il potere, quali processi e dinamiche innesca, come viene esercitato, quali sono le fonti che lo legttimano.

estrella2015

potere: risorsa o minaccia?

Attraverso il laboratorio di comunità: Estrella del Poder, che si sviluppa in diverse fasi e dimensioni (gruppo – intergruppo – assemblea – comitato), verranno esplorati in prima persona i seguenti aspetti:

  • Il passaggio da gruppo → a classe sociale

  • La relazione fra gruppi (circolazione delle informazioni, processi decisionali, di appartenenza…)

  • Le differenti fonti del potere

  • Le regole collettive implicite ed esplicite

  • Il processo di integrazione

  • Il conflitto fra gruppi

  • La relazione fra gruppi e comunità

  • Le strategie di cambiamento nella comunità

  • Le strategie di negoziazione

Durata:

Dalle 14.00 di sabato alle 14.00 di domenica (compresa la sessione serale di sabato fino alle 23.00 ed il pranzo di domenica).

Staff:

L’esperienza sarà condotta da:

Piergiulio Branca, psicologo di comunità, esperto in processi di cambiamento partecipato nel territorio e nelle organizzazioni no-profit, già docente al corso di laurea in Cooperazione allo Sviluppo, Università degli Studi di Padova.

Balzan Alessandro, educatore formatore socio di Interazioni

Costi, orari e logistica tutto nella bruchure: Estrella2015

per info: balzan.ale[at]gmail.com