T-Group Lewiniano

luglio 19, 2018 in Attività, Corsi attivi

Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

14-15-16 settembre 2018

Brocure_T_Group_Settembre_18

Ancora T-Group. Perché?
La situazione attuale, infatti, è caratterizzata dalla desertificazione del lavoro di gruppo, con una forte pressione verso atteggiamenti improntati alla cultura individualistica. Il t-group viene riproposto come occasione formativa essenziale per le professioni  che operano nel campo relazionale ( operatori socioculturali, educatori, psicologi, ecc). Una opportunità , quindi, per scoprire:
– come gli atteggiamenti personali siano relazionati alla cultura dominante del gruppo,
– come si formano e agiscono le norme del gruppo…
e per sperimentare la connessione emotiva , le strategie di cambiamento…

Destinatari

Operatori sociali, educativi, culturali, e sanitari.
Volontari e professionisti interessati a accrescere le competenze relazionali ed operative connesse al gruppo come soggetto di cambiamento.

Sede
Via del Tonale e della Mendola,17-24060 Endine Gaiano BG

Costi
Il seminario è rivolto ai soci dell’associazione Interazioni.
Tessera associativa annuale: 5 €
Il costo per il seminario è di 75 €
La residenzialità verrà realizzata attraverso l’autogestione dei partecipanti.

Iscrizioni
Per iscrizioni e/o informazioni, scrivere a:
interazioni.aps@gmail.com
Tel. 3383773827
Le iscrizioni si chiudono il 07-settembre-2018

Il seminario verrà realizzato con un
numero minimo di 10 partecipanti

T-group
Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

Nel vivere quotidiano il gruppo viene ricercato e al tempo stesso temuto. Si sente il bisogno del gruppo per essere riconosciuti, accettati, per sviluppare le proprie potenzialità, per realizzare le proprie aspirazioni, per incidere, trasformare e cambiare la realtà di vita e di lavoro.
Nel gruppo si discute, ci si confronta, si affrontano i problemi e si cercano soluzioni. In ogni caso per qualsiasi attività che si realizza, dal divertirsi allo studiare/lavorare, nel gruppo si entra in rapporto con e fra le persone. Però la dimensione gruppo è anche fonte di stress, di paura e di noia. A volte si ha la sensazione di essere in un vicolo cieco, in balia degli eventi o in una spirale dove ogni mossa si trasforma in ostacolo.
D’altra parte il gruppo può rappresentare quella dimensione plurale che può permettere l’integrazione dialettica fra le parti, intese come persone, bisogni, sentimenti, competenze.. e dare vita ad una nuova soggettività collettiva.
La pluralità del gruppo richiede la consapevolezza dei processi e delledinamiche che consentano al gruppo stesso di assumere la duplice valenza di strumento e di soggetto dell’apprendimento, dello sviluppo o del cambiamento.
Il t-group è un’esperienza formativa che permette di vivere un percorso di apprendimento mirato alla consapevolezza di sé , del propriomodo di porsi nella situazione-dimensione gruppo.

I fondamenti teorici ed esperienziali del t-group hanno come riferimento generativo il lavoro di Kurt Lewin (1946) sullo sviluppo dei processi di apprendimento/ cambiamento attraverso l’interazione fra i soggetti ed il contesto gruppo.

Obiettivi

Il seminario, finalizzato allo sviluppo delle competenze relazionali necessarie a “stare in gruppo”, ha per obiettivi specifici la presa di coscienza:

  • Degli atteggiamenti personali messi in atto nelle relazioni interpersonali e di gruppo.
  • Dei processi e delle dinamiche di gruppo.

Metodologia
Il seminario si sviluppa in tre giornate di lavoro residenziali.
Nell’esperienza è utilizzata una metodologia “autocentrata”, che prevede l’analisi in situazione dei processi e delle dinamiche messe in atto dal gruppo.
In questo lavoro il gruppo è, allo stesso tempo, soggetto e oggetto dell’esperienza.
I partecipanti sono immersi in un “campo formativo” che permette loro di connettere l’azione e la riflessione, sia sul piano personale che di gruppo.

Tempi
Tre giornate di lavoro consecutive.

DaVenerdì 29 – Giugno – 2018 ore 11 (sono previste unità serali di lavoro ) a domenica 01-Luglio – ore 16 –

Staff Formativo
L’esperienza sarà condotta da Piergiulio Branca, psicologo di comunità,
esperto in sistemi formativi e processi di cambiamento partecipato
nelle organizzazioni no-profit e nel territorio, già docente di metodologie e tecniche del lavoro di gruppo presso l’Università di Padova.

Con un osservatore-formatore della Associazione Interazioni.

T-group

maggio 21, 2018 in Attività, Corsi attivi

Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo.

29-30-Giugno- 1 Luglio 2018

T_Group.pdf

Destinatari

Operatori sociali, educativi, culturali, e sanitari.
Volontari e professionisti interessati a accrescere le competenze relazionali ed operative connesse al gruppo come soggetto di cambiamento.

Sede
Via del Tonale e della Mendola,17-24060 Endine Gaiano BG

Costi
Il seminario è rivolto ai soci dell’associazione Interazioni.
Tessera associativa annuale: 5 €
Il costo per il seminario è di 75 €
La residenzialità verrà realizzata attraverso l’autogestione dei partecipanti.

Iscrizioni
Per iscrizioni e/o informazioni, scrivere a:
interazioni.aps@gmail.com
Tel. 3383773827
Le iscrizioni si chiudono il 20-Giugno-18

Il seminario verrà realizzato con un
numero minimo di 10 partecipanti

T-group
Seminario di sensibilizzazione alle relazioni interpersonali e di gruppo Nel vivere quotidiano il gruppo viene ricercato e al tempo stesso temuto. Si sente il bisogno del gruppo per essere riconosciuti, accettati, per sviluppare le proprie potenzialità, per realizzare le proprie aspirazioni, per incidere, trasformare e cambiare la realtà di vita e di lavoro.
Nel gruppo si discute, ci si confronta, si affrontano i problemi e si cercano soluzioni. In ogni caso per qualsiasi attività che si realizza, dal divertirsi allo studiare/lavorare, nel gruppo si entra in rapporto con e fra le persone. Però la dimensione gruppo è anche fonte di stress, di paura e di noia. A volte si ha la sensazione di essere in un vicolo cieco, in balia degli eventi o in una spirale dove ogni mossa si trasforma in ostacolo.
D’altra parte il gruppo può rappresentare quella dimensione plurale che può permettere l’integrazione dialettica fra le parti, intese come persone, bisogni, sentimenti, competenze.. e dare vita ad una nuova soggettività collettiva.
La pluralità del gruppo richiede la consapevolezza dei processi e delledinamiche che consentano al gruppo stesso di assumere la duplice valenza di strumento e di soggetto dell’apprendimento, dello sviluppo o del cambiamento.
Il t-group è un’esperienza formativa che permette di vivere un percorso di apprendimento mirato alla consapevolezza di sé , del propriomodo di porsi nella situazione-dimensione gruppo.

I fondamenti teorici ed esperienziali del t-group hanno come riferimento generativo il lavoro di Kurt Lewin (1946) sullo sviluppo dei processi di apprendimento/ cambiamento attraverso l’interazione fra i soggetti ed il contesto gruppo.

Obiettivi

Il seminario, finalizzato allo sviluppo delle competenze relazionali necessarie a “stare in gruppo”, ha per obiettivi specifici la presa di coscienza:

  • Degli atteggiamenti personali messi in atto nelle relazioni interpersonali e di gruppo.
  • Dei processi e delle dinamiche di gruppo.

Metodologia
Il seminario si sviluppa in tre giornate di lavoro residenziali.
Nell’esperienza è utilizzata una metodologia “autocentrata”, che prevede l’analisi in situazione dei processi e delle dinamiche messe in atto dal gruppo.
In questo lavoro il gruppo è, allo stesso tempo, soggetto e oggetto dell’esperienza.
I partecipanti sono immersi in un “campo formativo” che permette loro di connettere l’azione e la riflessione, sia sul piano personale che di gruppo.

Tempi
Tre giornate di lavoro consecutive.

DaVenerdì 29 – Giugno – 2018 ore 11 (sono previste unità serali di lavoro ) a domenica 01-Luglio – ore 16 –

Staff Formativo
L’esperienza sarà condotta da Piergiulio Branca, psicologo di comunità,
esperto in sistemi formativi e processi di cambiamento partecipato
nelle organizzazioni no-profit e nel territorio, già docente di metodologie e tecniche del lavoro di gruppo presso l’Università di Padova.

Con un osservatore-formatore della Associazione Interazioni.

Coordinatori nei sistemi non profit

maggio 21, 2018 in Attività, Corsi attivi

Corso di formazione

quattro seminari in dieci giornate formative

30 maggio – novembre 2018, Preganziol (Treviso)

Brochure.pdf

La cooperativa La Esse in partenership con l’Associazione Interazioni propone un corso di formazione per promuovere il ruolo e lo sviluppo delle competenze del coordinatore nei sistemi non profit. Attivatore dei processi di empowerment, con particolare riferimento al lavoro di gruppo e di equipe, quello del coordinatore è un compito complesso. Testimone dei valori dell’organizzazione stessa, è un formatore sul campo delle persone e della propria equipe, ma riveste anche un ruolo di collegamento diretto fra equipe e sistema, per fare sintesi fra le diverse prospettive di sviluppo fra cui: le necessità produttive e le esigenze partecipative; i confini di ruolo e il
proprio stile personale; l’autorità, la responsabilità e il potere.

Destinatari
Come trasformare le tensioni in percorsi di sviluppo? Come trovare la sinergia fra gli obiettivi dell’organizzazione e le istanze dell’equipe? Come promuovere la partecipazione nel lavoro di equipe? Come il sistema di valutazione può promuovere lo sviluppo dei soggetti collettivi? A partire da questi interrogativi, il percorso è dedicato a chi svolge o si prepara a svolgere funzioni di coordinamento nei sistemi non profit, dalle cooperative sociali agli enti locali, dalle associazioni ai consorzi di cooperative alle fondazioni.

Docenti
Piergiulio Branca psicologo di comunità, esperto in processi di cambiamento partecipato nel territorio e nelle organizzazioni non profit, già docente di Metodologia e tecniche del lavoro di gruppo al Corso di Laurea in Cooperazione allo Sviluppo, Università degli Studi di Padova;
Andrea Pozzobon pedagogista, formatore, esperto in processi di cambiamento partecipato nelle organizzazioni e nelle comunità territoriali; responsabile del settore Formazione e Consulenza di La Esse; docente di Pedagogia Sociale e di Comunità, Pedagogia della Famiglia, Laboratorio di Metodologia del Lavoro Sociale, Strumenti per la progettazione sociale presso l’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (Venezia) – IUSVE;
Alberto Baccichetto animatore dello sviluppo di comunità, formatore, esperto in processi di cambiamento partecipato nelle organizzazioni e nelle comunità territoriali per la cooperativa La Esse; docente presso l’Istituto Universitario Salesiano di Mestre (Venezia) – IUSVE.

Organizzazione e costo
Il percorso è strutturato in 4 seminari per complessive 10 giornate formative (ore 9.00 – 18.00), nella sede del CoworkingTerzo Piano, Centro Marca Banca Via Dante Alighieri 2, Preganziol (Treviso). Si inizia con i primi due giorni di lezione mercoledì 30 e giovedì 31 maggio e si proseguirà in date definite assieme al gruppo di partecipanti con termine entro novembre 2018.
Il costo di iscrizione al laboratorio (per complessive 10 giornate formative) è di 700 euro.
Il laboratorio è realizzato in convenzione con il Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto e a chi ne farà richiesta saranno riconosciuti n. 45 crediti formativi per la Formazione Continua degli Assistenti Sociali.

PROGRAMMA

  • Seminario uno: il ruolo del coordinatore nei sistemi non profit
    Mercoledì 30 e giovedì 31 maggio 2018, ore 09.00 – 18.00

    • Obiettivi:
      • riconoscere i fattori che influenzano il ruolo del coordinatore nei sistemi non profit;
      • identificare gli elementi dell’interazione fra organizzazione e partecipazione nei sistemi non profit;
    • Temi:
      • la relazione fra partecipazione e organizzazione nei sistemi non profit;
      • le funzioni promozionali e direzionali;
      • il sistema motivazionale.Metodologia: ricognizione-sociale (micro ricerca-azione d’aula).
  • Seminario due: Il lavoro di gruppo nelle equipe multi professionali
    Luglio – settembre: tre giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivi:
      • riconoscere gli aspetti che influenzano la qualità delle relazioni nella comunicazione interpersonale;
      • acquisire le capacità necessarie a migliorare il livello di comunicazione, ascolto e feedback nelle relazioni
      personali e di gruppo;
      • la presa di coscienza dei processi connessi al lavoro di gruppo e di equipe;
      • aumentare le capacità di promuovere processi di collaborazione nelle equipe multiprofessionali.
    • Temi:
      • le interazioni e la qualità del processo di comunicazione in gruppo;
      • la leadership situazionale;
      • i processi di collaborazione e la gestione dei conflitti;
      • la negoziazione.Metodologia: animativo-attiva.
  • Seminario tre: l’evaluation come sistema di controllo, supporto e sviluppo
    Settembre-ottobre: tre giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivo: acquisire le capacità necessarie a costruire e meta-progettare strumenti e percorsi di evaluation a sostegno e sviluppo delle equipe e dei gruppi.
    • Tema: la costruzione di sistemi di valutazione per lo sviluppo dei soggetti.
      Metodologia: cooperativo-attiva; cooperativo-delegativa.
  • Seminario quattro: la conduzione delle riunioni
    Novembre: due giorni, le date saranno definite con il gruppo

    • Obiettivo: la presa di coscienza dei processi che interagiscono nella relazione conduttore/animatore,
      coordinatore/partecipanti/gruppo/equipe nelle diverse riunioni.
    • Temi:
      • la relazione conduttore/animatore/coordinatore gruppo;
      • il metodo interaction.

Metodologia: cooperativo-delegativa.

Informazioni e iscrizione: Cooperativa La Esse – T 328.9507321 – formazione@laesse.org

L’empowerment della comunità locale

dicembre 17, 2017 in Attività, Corsi attivi

rete

L’ACCRI in partenariato con la Comunità Murialdo, il Centro Astalli e l’APS Interazioni promuove un percorso formativo sull’empowerment di comunità che si terrà a Trento (Sardagna e Villazzano) a gennaio 2018. Il corso è rivolto ad operatori sociali, insegnanti, animatori sociali, cooperatori allo sviluppo, psicologi, mediatori culturali, laureandi in scienze umane e sociali.

Leggi il resto di questa voce →

Formazione Coordinatori nei sistemi no-profit

settembre 13, 2017 in Attività, Corsi attivi

Promossa da  “L’Eco Papa Giovanni XXIII” Coop. Soc in collaborazione con Interazioni

Il corso si rivolge a tutti quelli che svolgono o si preparano a svolgere funzioni di coordinamento nei sistemi no profit

Leggi il resto di questa voce →

Servizio di Consulenza

marzo 12, 2017 in Attività, Corsi attivi

CONSULENZA PER INTERVENTI VOLTI ALLA PROMOZIONE DELLA COMUNITÀ LOCALE COME SOGGETTO COLLETTIVO

consulenza organizzativa operativa

Leggi il resto di questa voce →

“Quando il gioco non è più un gioco”

marzo 4, 2015 in Attività, Corsi attivi

La Commissione Biblioteca del Comune di Endine Gaiano
in collaborazione con l’ Aps. Interazioni per lo sviluppo della comunità

ORGANIZZA UN INCONTRO SUL MERCATO DELL’AZZARDO IN ITALIA:

“Quando il gioco non è più un gioco”

Tra illusioni di ricchezza e …

Quali implicazioni per giovani, famiglie e comunità locali..?
relatore

Mauro Croce

psicologo, psicoterapeuta e criminologo, fondatore di Alea, Associazione per lo studio del gioco d’azzardo.

SABATO 21 MARZO 2015 ORE 15.00
PRESSO LA SALA CONSIGLIARE

Corso Empowerment di Comunità

febbraio 13, 2014 in Attività, Corsi attivi

Ri-dare anima alla comunità

Strumenti di animazione territoriale

Trento

7 e 8 marzo 2014, ore 9.00 – 18.00article
4, 5 e 6 aprile 2014
2, 3 e 4 maggio 2014, ore 9.00 – 18.00
23 e 24 maggio 2014, ore 9.00 – 18.00

Il corso è promosso dal Centro per la Formazione alla solidarietà internazionale e  realizzato in collaborazione con l’Associazione ACCRI di Trento e Trieste.

Leggi il resto di questa voce →

T-group

maggio 10, 2013 in Attività, Corsi attivi

da giovedì 01-maggio-2014 ore 11.00
a sabato 03-maggio-2014 ore 16.00

Seminario di sensibilizzazione

alle relazioni interpersonali

e di gruppo

Sacrica la brochure in pdf

Nel vivere quotidiano il gruppo viene ricercato e al tempo stesso temuto. Si sente il bisogno del gruppo per essere riconosciuti, accettati, per sviluppare le proprie potenzialità, per realizzare le proprie aspirazioni, per ….. incidere, trasformare e cambiare la realtà di vita e di lavoro.

Leggi il resto di questa voce →

Corso per l’empowerment della comunitá

novembre 12, 2012 in Attività, Corsi attivabili, Corsi attivi

Ottobre 2012 – maggio 2013 Valeggio sul Mincio – Verona

corso_empowerment_Ed_VR.pdf

Corso per l’empowerment della comunità locale In ambito psico- sociale assistiamo al moltiplicarsi di interventi e progetti che hanno come riferimento il welfare mix nella dimensione territoriale. Questo aspetto riflette un rinnovato interesse delle politiche sociali per l’animazione di comunità e le tematiche ad essa collegate, come la partecipazione e l’empowerment. La metodologia della ricerca-azione diviene centrale nel lavoro di chi si trova ad affrontare nella quotidianità professionale dinamiche complesse, che possono sostenere o contrastare un percorso di sviluppo delle potenzialità legate al contesto di riferimento. Trasformare i problemi in risorse e opportunità per un cambiamento partecipato è la sfida che vede impegnati molti operatori e operatrici del territorio, con le speranze e le criticità che questo comporta nella gestione del rapporto tra gruppi sociali, gruppi politici, servizi. (…)